LETTERA AI PARLAMENTARI VENETI

Businarolo

Cari
Mario Catania, Davide Zoggia, Alessandro Naccarato, Federico Ginato, Diego Zardini, Giulia Narduolo, Gian Pietro Dal Moro, Diego Crivellari, Daniela Sbrollini, Anna Margherita Miotto, Vincenzo D’Arienzo, Filippo Crimi, Alessia Rotta, Alberto Giorgetti, Piero Longo, Lorena Milanato, Catia Polidori, Matteo Bragantini, Filippo Busin, Roberto Caon, Ilaria Capua, Stefano Quintarelli, Alessandro Zan e Vanessa Camani.

Renzi, come fece Mussolini, ha messo la fiducia su una legge elettorale che si è cucito addosso.

Questo significa che il comando del Paese sarà in mano a una sola persona e che i cittadini non potranno scegliere i propri rappresentanti, sarà il segretario del partito a scegliere per loro.

Quando si arriva a giocare sulle regole fondamentali della democrazia, l’interesse è di tutti.

Per questo ti chiedo di non votare questa legge e di fare pressione.
E’ una battaglia per la libertà di tutti. E non ha colore politico.

Francesca Businarolo

Condividete e diffondete

VICARI CHIARISCA IL SUO RUOLO NELL’ENNESIMO SCANDALO DI CORRUZIONE!

simona vicari

Il sottosegretario allo Sviluppo economico, Simona Vicari, deve chiarire il suo ruolo nella vicenda che ha portato all’arresto, fra gli altri, del sindaco di Ischia, Giuseppe Ferrandino. Dagli atti giudiziari, infatti, si evince un suo presunto interessamento a favore della Cpl Concordia, la cooperativa al centro dell’ultimo scandalo di corruzione.

In una email citata nel fascicolo d’indagine, infatti, il responsabile delle relazioni istituzionali della Cpl Concordia, rivolgendosi ai vertici della Coop modenese, citava il nominativo dell’attuale sottosegretario in quota Ncd allo Sviluppo economico e, secondo quanto sintetizzato dal giudice, si sarebbe impegnata con loro e su loro indicazione avrebbe fatto assegnare 140 milioni al completamento delle opere di metanizzazione, di cui beneficerà anche la Cpl.

Abbiamo quindi chiesto chiarimenti con un’interrogazione parlamentare al Ministro dello Sviluppo Economico in merito alla vicenda e al presunto condizionamento della decisione del Governo relativamente all’assegnazione dei 140 milioni di euro destinati alla metanizzazione del Sud Italia.

ATTENZIONE ALLE MENZOGNE E AGLI ALLARMISMI

Scatenati anche nel Veronese i gruppi che contestano l’educazione sessuale nelle scuole. Fermano i genitori fuori dalle scuole, distribuiscono il loro materiale propagandistico anche all’interno degli istituti e organizzano incontri pubblici per diffondere un clima d’allarme. Lo scopo è sempre quello, spargere paura tra le famiglie e convincere che dietro un documento dell’Organizzazione mondiale della Sanità («Standard per l’educazione sessuale in Europa») ci sarebbero addirittura «corsi di masturbazione» in classe.
Leggi tutto “ATTENZIONE ALLE MENZOGNE E AGLI ALLARMISMI”

La memoria è importante per aspirare ad un futuro migliore di quello attuale

Spesso vi diciamo di non fidarvi di gente come Renzi e Salvini (Berlusconi ormai l’hanno capito in molti) che dicono tutto e il contrario di tutto. Qualche esempio?

Due giorni fa Renzi ha scritto un post su Facebook per i terremotati dell’Aquila promettendo miliardi, ma nel 2015 durante il suo governo non è arrivato un euro.

Quello nella foto invece è il post di Salvini di qualche anno fa. Sapete già come è andata a finire: oggi la Lega appoggia Toti in Liguria e Forza Italia appoggia Zaia in Veneto.

La memoria è importante per aspirare ad un futuro migliore di quello attuale.

post Salvini Berlusconi