A BOVOLONE PER PARLARE DI MICROCREDITO E REDDITO DI CITTADINANZA

11235338_645126412297285_4600986334311640971_n

È stato un evento molto particolare per la partecipazione delle persone, che sono state attente e presenti per tutta la durata dell’evento e per la preparazione e la bravura dei relatori.

Bravissimi Luigi Di Maio​ e Daniele Pesco M5S​.

Un ringraziamento particolare al gruppo di Bovolone che ha organizzato questo magnifico evento!!

IL PD HA DISTRUTTO LA LEGGE M5S PER COMBATTERE LA CORRUZIONE!

12246902_641522835990976_6228360346817443273_n

Il PD e il Governo ancora una volta dimostrano tutta la loro contrarietà alla legalità. E’ stata distrutta la nostra legge sul whistleblowing (tutele e incentivi per i dipendenti che denunciano reati) con una serie di emendamenti vergogna che hanno depotenziato un’ottima legge contro la corruzione.

Abbiamo speso tempo ed energie su un disegno di legge che aveva suscitato anche il plauso dell’ambasciatore americano a Roma e dell’associazione Trasparency, la più importante al mondo nella lotta alla corruzione.

Il whistleblowing permette di proteggere chi denuncia la corruzione, quindi i poteri forti e gli interessi economici di gruppi di potere. Ora Renzi e la sua maggioranza dicono chiaramente agli onesti che questo non è un Paese per la legalità.

Non c’è da credere alla propaganda di chi vorrà dimostrare come hanno provato a migliorare la nostra legge, perché l’hanno distrutta. La nostra era una proposta di legge ineccepibile. Hanno tolto premialità e protezione, e hanno depotenziato la lotta contro la corruzione anche per i soggetti che lavorano nel privato.

Oggi l’Italia fa un drastico passo indietro nel suo essere un Paese civile e democratico, e diventa sempre di più un Paese fondato sull’illegalità.

MARCIA PER LA SALUTE CONTRO LA RIAPERTURA DELLA DISCARICA A PESCANTINA

IMG_2015-11-16 09:35:50

Sabato ci siamo trovati per ribadire la nostra contrarietà ad un progetto di bonifica che è tutto tranne che una bonifica, ma la realizzazione di una nuova discarica, destinata ad ospitare migliaia di metri cubi di rifiuti e a restare aperta per trent’anni.

Il progetto depositato in Regione e che l’amministrazione comunale sta portando avanti è molto dubbio sotto il profilo scientifico:

1) non si sa quale sarà l’ammontare dei rifiuti conferiti. Nel piano economico di parla di 200mila metro cubi annui, nel documento progettuale di 120mila: una differenza non da poco.

2) controversa anche la pratica dell’air sparging, che secondo i progettisti dovrebbe essere usata per la bonifica, ma che dagli studi effettuati all’estero è adatta solo ai rifiuti gassosi e non al ferro e al manganese presenti a Ca’ Filissine.

Molte incertezze, dunque, ma una sicurezza: IL PROGETTO È DANNOSO PER LA SALUTE DEI CITTADINI. Si tratta di una discarica che prevede, solo per i rifiuti, un via vai di 45 (ma che saranno molti più) camion al giorno, senza contare il trasporto del percolato!

LAGO DI GARDA: IL NUOVO PROGETTO È UNO SPRECO DI SOLDI, DOMANI PRESENTIAMO LE ALTERNATIVE!

IMG_2015-11-12 10:17:35

VI PREGO DI CONDIVIDERE E DI FARLO SAPERE AI VOSTRI AMICI!

Insieme agli attivisti del Meetup 3 Sponde, da più di un anno stiamo studiando l’ecosistema del lago di Garda e la soluzione proposta, su cui abbiamo anche depositato un’interrogazione parlamentare.

Il nuovo progetto, da oltre 220 MILIONI di euro, per noi è PEGGIORE del precedente e rischia essere un enorme SPRECO di risorse pubbliche che potrebbero essere impiegate in modo più efficiente.

Nella CONFERENZA STAMPA di DOMANI indetta dal Movimento 5 Stelle, a cui parteciperò, spiegheremo la nostra posizione sul progetto «Il nuovo collettore per il lago di Garda e il futuro del suo territorio».

A partire dalle ore 11, presso la Sala Consiliare di Peschiera del Garda, spiegheremo la GRAVITÀ della situazione e presenteremo soluzioni alternative per la RISOLUZIONE DEFINITIVA dei problemi, che farebbero anche RISPARMIARE denaro dei cittadini.

DEPOSITATA INTERROGAZIONE SUL CARCERE DI VERONA

Il carcere «Montorio» di Verona rappresenta una realtà di dimensioni notevoli, ospitando circa 500 detenuti, che in questi anni ha registrato numerosi episodi incresciosi: basti pensare che dal 1o gennaio 2012 al 30 giugno 2015 si sono verificati 70 tentati suicidi di detenuti, sventati dalla polizia penitenziaria, oltre 600 episodi di autolesionismo, oltre 100 ferimenti e 650 colluttazioni.

Il personale dell’amministrazione penitenziaria è spesso costretto ad intervenire in situazioni che improvvisamente possono degenerare e portare a conseguenze drammatiche, privo però di qualsivoglia dispositivo di protezione individuale, mettendo a serio rischio la propria incolumità.

Per questi motivi ho depositato un’interrogazione parlamentare per chiedere ai Ministri della Giustizia e dell’Interno quali iniziative intendano porre in essere per impedire che si verifichino episodi analoghi, per garantire un incremento della sicurezza per gli agenti penitenziari e un miglioramento delle condizioni di servizio del personale e della modalità di gestione delle risorse organiche che appaiono insufficienti rispetto alla situazione emergenziale delle carceri italiane.

Qui trovate il link alla mia interrogazione parlamentare.