GLI STIPENDI DEI PARLAMENTARI CREANO (O MANTENGONO) POSTI DI LAVORO IN 849 PICCOLE IMPRESE

12376754_650484121761514_5774362274124813243_n

Questa tabella mostra i dati del microcredito alle aziende aggiornati a oggi.

Come sapete, i parlamentari del Movimento 5 Stelle si tagliano lo stipendio e questi soldi (ad oggi oltre 13 milioni di euro) li mettono in un fondo a sostegno della piccola e media impresa. Quella distrutta da Renzi impegnato solo a salvare le banche con i nostri soldi.

Ebbene ad oggi – grazie a questo fondo – 849 aziende riceveranno un sostegno economico (una media di 20.000 euro ad azienda).

È UN MIRACOLO CHE SOLO IL M5S POTEVA REALIZZARE!!

“MARCIA DEI DIRITTI” A VICENZA

12346480_648747681935158_115299495081844680_n

La marcia dei diritti è una manifestazione a difesa dei diritti civili e della dignità di tutte le persone.

Ho partecipato insieme ad altri membri del M5S perché è importante e necessario superare i pregiudizi e COMBATTERE LE DISCRIMINAZIONI basate su sesso, razza, religione ed orientamento sessuale.

E’ stata un’altra occasione per dire NO all’omofobia. Alla vigilia di importanti decisioni Parlamentari in materia di diritti, noi del Movimento 5 Stelle confermiamo di essere a favore delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e voteremo SÌ al disegno di legge “Disciplina delle coppie di fatto e unioni civili”.

DEPOSITATA INTERROGAZIONE AL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA SUGLI OSPEDALI PSICHIATRICI GIUDIZIARI

12316580_645472072262719_639654541746793223_n

Con la legge cd. “svuotacarceri” è stata definita la chiusura degli ospedali psichiatrici giudiziari (OPG) e la contestuale attivazione delle REMS (residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza).

Ma ad oggi dei 6 OPG presenti sul territorio nazionale l’unico a essere stato chiuso è quello di Castiglione delle Stiviere (peraltro trasformato in REMS con un semplice cambio di targa), nessuno ha mai davvero chiuso i battenti. LE STRUTTURE FUORILEGGE SONO TUTTE OPERATIVE!

Sussiste inoltre un ulteriore problema, legato a coloro ai quali l’infermità psichica è sopraggiunta durante la detenzione, che sono stati dichiarati incompatibili con il regime carcerario, ma per i quali non è prevista l’assegnazione presso le REMS e che probabilmente saranno costretti a ritornare nelle strutture carcerarie.

Per questi motivi ho chiesto al Ministro della Giustiza di assumere iniziative per chiarire le modalità di trasferimento dei pazienti ancora detenuti negli OPG che si ritengono non dimissibili, al fine di garantire loro condizioni di vita dignitose all’interno delle strutture ospitanti.