COMUNI, M5S: “SBLOCCO AVANZI AMMINISTRAZIONE È FINE DI UN INCUBO

Roma, 4 ott – “Con la circolare di ieri del Ministero dell’Economia lo sblocco degli avanzi di amministrazione per i comuni è diventato realtà. Il merito è dell’emendamento al decreto Milleproroghe, che ha liberato risorse pari a 140 milioni di euro per l’anno 2018, a 320 milioni di euro per l’anno 2019, a 350 milioni di euro per l’anno 2020 e a 220 milioni di euro per l’anno 2021. I sindaci avranno a disposizione oltre 1 miliardo di euro per rilanciare gli investimenti locali, anche nelle aree periferiche sacrificate negli ultimi anni sull’altare del Patto di Stabilità interno prima e del Pareggio di Bilancio poi”. Lo annunciano i deputati veneti del M5S.

“La sostanza è che le risorse nette per i comuni aumenteranno e potranno essere utilizzate più rapidamente. Questi soldi serviranno a finanziare tanti piccoli interventi, una cinghia di trasmissione diretta con i cittadini perché le opere oggi solo in progetto si trasformino in realtà già a partire dal prossimo anno. Abbiamo deciso di premiare subito i comuni in avanzo, anche in forza delle due sentenze della Corte costituzionale. In particolare la n. 247 del 2017 ha affermato che l’avanzo di amministrazione rimane nella disponibilità dell’ente che lo realizza” e “non può essere oggetto di prelievo forzoso” attraverso i vincoli del pareggio di bilancio”, concludono i deputati.

Lascia un commento