DEPOSITATA INTERROGAZIONE ‪M5S‬ PER CHIEDERE COMMISSIONE PER VALUTARE INFILTRAZIONI MAFIOSE A VERONA

alfano tosi

Dalila Nesci ed io abbiamo depositato un’interrogazione per portare all’attenzione del ministro dell’Interno Alfano quanto emerge dall’indagine «Kyterion» ed «Aemila», in cui il nome del sindaco di Verona, Flavio Tosi, compare pur non essendo indagato.

I movimenti del primo cittadino scaligero non sono passati inosservati ai carabinieri del Reparto operativo di Crotone, che ne hanno monitorato gli spostamenti, nell’ambito di accertamenti sul presunto sostegno elettorale a Tosi da parte della famiglia Giardino di Isola Capo Rizzuto, ritenuta contigua alla criminalità organizzata. La stampa ha riportato che, nel complesso delle intercettazioni si ricaverebbero contatti in tal senso con l’ex assessore comunale Marco Giorlo. Sul presunto sostegno elettorale, inoltre, secondo la ricostruzione dei carabinieri, ci sarebbe una frase intercettata riconducibile all’imprenditore cutrese Gino Frontera, tra i fermati nell’inchiesta: «Sono in festa là a Verona, ha vinto quello che appoggiavano loro».

Le intercettazioni che coinvolgono l’ex assessore Giorlo sono particolarmente agghiaccianti: si parla di appalti da affidare che riguardano anche campi sportivi e un asilo. La situazione non è stata affatto risolta con l’esclusione di Giorlo dalla giunta, anche il sindaco, ora deve fare chiarezza. Parlare di fango e illazioni, ripetere che lui non è indagato non lo solleva dalle sue responsabilità.

Qui il link all’interrogazione

Archivi

Ti piace questo articolo?

Condividi su facebook
Condividilo su Facebook
Condividi su twitter
Condividilo su Twitter

Lascia un commento