Ispezione al carcere di Poggioreale

Il 10 gennaio 7 parlamentari tra deputati e senatori del Movimento Cinque Stelle hanno visitato il carcere di Poggioreale.

Mi aspettavo di trovare un carcere fatiscente, con detenuti ammassati. Invece ho trovato lavori in corso, stavano tinteggiando i muri, padiglioni ristrutturati, i detenuti che stanno in celle strette ma non ammucchiati come erano qualche anno fa. Magari è perché martedì arrivava il ministro della Giustizia?

Purtroppo in molte celle manca l’acqua calda e il riscaldamento. Alcuni detenuti, che devono seguire delle cure particolari, non ricevono le medicine che servono. Le cucine sono da ristrutturare e sono in condizioni pessime.

Gli agenti, il personale sanitario e gli assistenti sociali sono sottodimensionati. Mancano i computer e addirittura ci sono le stampanti ma mancano i toner.

C’è ancora molto da fare a Poggioreale ma devo ringraziare gli agenti e il direttore del carcere che oggi hanno avuto la pazienza di accompagnarci e di rispondere a tutte le nostre domande.

Nel video trovate anche le testimonianze dei miei colleghi Vilma Moronese Cittadina Senatrice M5S, Sergio Puglia cittadino portavoce al Senato e Nunzia Catalfo Portavoce a 5 Stelle.

Continueremo a vigilare e controllare affinchè il carcere diventi REALMENTE un luogo di rieducazione e di risocializzazione, anzichè essere costantemente ricordato come luogo in cui i diritti umani vengono vergognosamente violati.

Lascia un commento