No al soccorso rosso e no alla Lega: per noi pari sono

Da qualche settimana siamo perseguitati da due stalker: MDP (che sta per Mantenimento Della Poltrona) e Lega Nord. Sono le frange, anzi, le frangette del Sistema. Dopo il voto in Sicilia, che ha messo in discussione la sicurezza delle ammucchiate con il Rosatellum, il loro stalking si è fatto martellante. Noi con questa gente non vogliamo averci nulla a che fare. Dopo aver fatto governi con tutti, dopo aver approvato le leggi peggiori (Fornero, Equitalia), dopo aver distrutto migliaia di risparmiatori con le gestioni fallimentari di banche come MPS o Veneto Banca, oggi vogliono recuperare la verginità di fronte ai cittadini.

Salvini che prima diceva mai più con Berlusconi: “Basta! Basta per sempre, se Berlusconi corre lo farà senza di noi”, salvo poi buttarsi tra le sue braccia nella speranza di qualche poltrona fregandosene della sua gente. Bersani che ora va in giro a fare l’amico dei lavoratori, ma che il jobs act che ha distrutto i diritti lui l’ha votato “per disciplina”. E l’etica che gli diceva?

Presto questa gente si ripresenterà alle urne per chiedervi il voto, in mezzo ad altre sigle, ammucchiati in coalizioni senza identità, ma uniti da un solo grande scopo: mantenersi poltrona, stipendio e vitalizio. E’ gente che vi tratta e vi ha sempre trattati come elettori, come numeri da portare in dote a questo o a quello. Per noi questa logica è inconcepibile. Il voto è del cittadino, non del partito.

Noi alle prossime politiche ci presenteremo con il nostro simbolo con il nostro programma e le nostre facce. Coalizioni e ammucchiate non possono nulla davanti al voto libero. Il potere è nelle vostre mani. Usatelo.

Lascia un commento