Il software non è adeguato? La giustizia blocca i pagamenti

sangavino15Innovazione e burocrazia, un binomio che spesso si presta a paradossi. L’ultimo arriva dal Ministero della giustizia.

Lo scorso giugno è entrato in vigore l’obbligo della fatturazione elettronica per i rapporti con le pubbliche amministrazioni. Peccato che la piattaforma utilizzata dal giustizia italiana (un canale chiamato Siamm) non consente l’inoltro della fattura elettronica. Una situazione imbarazzante che ha avuto come conseguenza il blocco dei pagamenti.

Situazione che è pesata in particolare sui giudici onorari di tribunale, per i quali vige l’obbligo della fatturazione elettronica.

Su questa vicenda è stato presentata un’interrogazione.

Qui il testo completo.

I numeri del dissesto idrogeologico

costi dissesto

 

Il 68,9% dei Comuni (5.581) è ad alto rischio idrogeologico.

Sarebbero necessari 43 miliardi di euro per mettere in sicurezza il territorio italiano (27 al Centro-Nord, 13 al Sud, 3 per gli interventi di recupero delle coste). Dal 1944 al 2012 lo Stato – utilizzando i soldi dei contribuenti – ha speso 61,5 miliardi di euro per rimediare ai danni provocati dal dissesto idrogeologico. Lo Stato continua ad intervenire per sanare i danni, anche se agire in emergenza costa in media di più degli interventi di prevenzione. Leggi tutto “I numeri del dissesto idrogeologico”

Regione Veneto: procedura illegale per acquisto farmaci

20130702_farmaci-oncologiciIl 15 settembre scorso,  un decreto della Regione Veneto ha indetto  una procedura aperta per la fornitura di farmaci in fabbisogno alle aziende sanitarie (Ulss e Aziende ospedaliere), per un importo pari a  298 milioni di euro, Iva esclusa. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata al 31 ottobre e la gara prevede che per i 680 lotti le imprese interessate presentino la documentazione e l’offerta in formato cartaceo, senza utilizzare lo strumento telematico.

Leggi tutto “Regione Veneto: procedura illegale per acquisto farmaci”

Incendio a Ca Di David: siti industriali dismessi

foto incendio

Ho chiesto al Ministro dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare la reale composizione della nube sprigionatasi a seguito di un incendio e la sua eventuale nocività per la salute e se intenda disporre un sopralluogo del Comando Carabinieri Tutela Ambiente (C.C.T.A.), nonché assumere iniziative normative, affinché nei siti industriali dismessi, nei quali i soggetti responsabili non abbiano effettuato gli interventi di bonifica o messa in sicurezza necessari, siano assicurate specifiche forme di sorveglianza ambientale.

Qui l’interrogazione completa

Quei giudici poco onorari

giudici poco onorariUn conflitto di interessi diffuso a macchia d’olio, che rischia di finire sulla pelle dei più deboli: i minori. Negli ultimi anni, esponenti della società civile e associazioni, hanno fatto emergere un fenomeno che ha dell’inquietante  e che riguarda direttamente i processi di affido di bambini e ragazzi sotto i 18 anni che sono stati segnalati dai servizi sociali. Leggi tutto “Quei giudici poco onorari”

Svuota celle scarcera i primi 20 detenuti

10444450_422823477860914_7765827298794148752_nLiberare i delinquenti: ecco l’unico modo in cui in Italia si affronta il problema delle carceri. Ricordiamocene quando gli esponenti dei partiti al governo verranno a parlarci di certezza della pena. A Verona già liberi venti detenuti, lo stesso accade in altre città italiane.

Whistleblowing e Anticorruzione: proteggere chi denuncia

Chi denuncia non è protetto. Chi denuncia la corruzione dall’interno di un sistema pubblico non solo non è protetto, ma rischia lavoro e futuro. Denunciare possibili atti illeciti o irregolarità non è mai stato così necessario, come oggi. Sono sempre di più i fatti di cronaca che hanno riportato all’attenzione generale il problema della corruzione in Italia.

I “whistleblower”, ovvero

Leggi tutto “Whistleblowing e Anticorruzione: proteggere chi denuncia”