PERIFERIE, BUSINAROLO (M5S): “SUBITO SOLDI AI COMUNI IN AVANZO, FINANZIAMENTO GARANTITO PER PROGETTI ESECUTIVI”

Roma, 5 set – “Sul decreto periferie si fa la solita propaganda, accusandoci di togliere risorse che invece stiamo sbloccando e per le quali i precedenti Governi non hanno fatto nulla”. Replica così Francesca Businarolo, deputata del Movimento 5 Stelle a quanto affermato da alcuni esponenti del Pd veronese sulla cancellazione del cofinanziamento statale per Veronetta.

“Grazie al nostro emendamento al decreto Milleproroghe i comuni potranno spendere maggiori risorse da subito: abbiamo garantito i 500 milioni necessari a 24 progetti del bando periferie già approvati e nel frattempo permetteremo ai comuni di utilizzare gli avanzi di cassa accumulati in questi anni per rilanciare gli investimenti in opere pubbliche. Si tratta di oltre 1 miliardo di euro che verrà speso già a partire da quest’anno”, continua.

“Per quanto riguarda gli altri 96 progetti verrà in ogni caso risarcita una quota degli importi già spesi per progettazione e appalti e verrà garantito il finanziamento ai progetti attualmente già esecutivi. Certo, servono soldi per palazzo Bocca Trezza e per il Silos di Levante, e servono in fretta: sono due strutture di alto valore e di interesse pubblico per Veronetta, che è parte integrante del centro di Verona. Come è stato fatto notare in passato, infatti, è anomalo che questi due progetti siano finiti all’interno di un bando destinato alle periferie. È facile, infatti, elargire fondi con quella sciatteria che ha caratterizzato il governo Renzi, con molti interventi spot che poi risultavano non appropriati dal punto di vista procedurale”. Conclude Francesca Businarolo.

Lascia un commento