Risposta dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero-infrastrutture

A maggio 2013 avevo depositato un’interrogazione indirizzata al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti nella quale suggerivo l’opportunità di sospendere ogni rinnovo della concessione alla società Autostrade Brescia Padova in base alle seguenti criticità:

  • mancato accordo con la provincia di Trento e conseguente impossibilità di realizzare il tratto autostradale progettato e approvato dalle commissioni VIA della regione Veneto e dello Stato;
  • insufficienza dei tempi per la realizzazione dell’opera, dato che qualunque imprevisto farebbe slittare il completamento dell’opera oltre i tempi di durata della concessione;
  • danno nei confronti dello Stato per la realizzazione di un’opera che, secondo lo stesso piano economico finanziario presentato dalla società concessionaria, in 24 anni non incasserà che una porzione dell’investimento totale (al lordo delle ingenti spese di gestione relative a tunnel autostradali per una lunghezza complessiva di chilometri 57,8).

Il Ministero non ha dato ascolto alle osservazioni e ha risposto – in sintesi – che “la mancata realizzazione dell’opera impedirebbe il completamento della rete autostradale del nord-est con grave pregiudizio economico per l’area di riferimento“.

Qui la mia interrogazione e la risposta del Ministero.

Lascia un commento