Segreto bancario, Svizzera vuole mettere a tacere gole profonde

Gli inquirenti svizzeri, al lavoro su un caso di violazione del segreto bancario, stanno chiedendo alla Corte Suprema Federale svizzera di deliberare una sentenza che permetta di condannare i whistleblower, le gole profonde, ovunque si trovino nel mondo. Lo rivelano le carte giudiziarie viste dall’agenzia di stampa Reuters.

Secondo le sollecitazioni dei pm, la corte di più alto grado della Svizzera dovrebbe “fare giurisprudenza” emettendo una sentenza che includa ai vincoli di segretezza bancaria anche i soggetti con “relazioni lavorative più lasche con le banche svizzere e le loro sussidiarie estere”.

IO NON HO PAROLE!

Leggi tutto qui

Archivi

Ti piace questo articolo?

Condividi su facebook
Condividilo su Facebook
Condividi su twitter
Condividilo su Twitter

Lascia un commento